Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Druento

 

In data 1 Ottobre 2016 si è svolto il Convegno APISTOM-Torino dal titolo "CONVIVERE CON LA STOMIA"

Sede del congresso LA RUBBIANETTA di Druento, storica costruzione voluta dal Re Vittorio Emanuele II che la fece adibire a scuderia dei cavalli utilizzati per la caccia all'interno del Parco La Mandria. 

Attualmente la struttura è gestita dalle Cooperativa Agricola "Vivere la Mandria" che ha come obiettivo primario la costante valorizzazione del complesso di beni già destinati al Centro del Cavallo, nella convinzione che il Comune di Druento ed il Parco della Mandria debbano tornare ad essere “incubatori” di iniziative culturali, formative e sportive, con grande attenzione nei confronti del cavallo e della relativa cultura equestre. 

 

Il Convegno è stato caratterizzato da una notevole interattività tra i relatori ed il pubblico, creando così un evento unico nel suo genere dove l'uditorio è diventato relatore stesso. Il discorso, perché alla fine di questo si è trattato, di un lungo discorso che ha coinvolto tutti, aveva come tema la vita con la stomia.

     

 

Dopo i saluti del Presidente APISTOM-Torino Giovanni Brunetto ad aprire il Convegno è stata Maria Friio,                                         stomaterapista di Carmagnola, che ha introdotto il tema della visione della stomia come soluzione di un problema, mentre Luciana Falco, stomaterapista dell'Ospedale Martini di Torino, ha posto le basi sulla gestione stessa della stomia.

 

 

A questo punto molte persone hanno voluto intervenire attivamente, così come è accaduto durante e al termine della relazione di Giuseppe Gatti, Presidente della Federazione APISTOM, che ha spiegato quali sono i diritti dei portatori di stomia introducendo gli articoli della Carta
Internazionale dei Diritti degli Stomizzati che, proprio quest'anno, festeggia il suo 40° anniversario.
Hanno concluso la sessione Elisabetta Laganà, stomaterapista del Martini, e Roberto Aloesio, Direttore della Chirurgia del Martini, i quali hanno proposto, sfatandoli, i luoghi comuni circa le, talora false, problematiche legate alla Stomia.

 

 

 

 

Terminato il Convegno i partecipanti hanno potuto colloquiare con i rappresentanti delle Aziende del settore, che erano presenti ognuna con un piccolo stand. E' seguito il pranzo e, al termine, il Sig. Rino Bellu, Direttore Organizzativo della Rubbianetta, ha guidato i partecipanti in una visita della struttura terminata nelle scuderie.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Alle ore 18,00 il treno Inter-Parco della Mandria ha permesso di fare una visita del Parco La Mandria,
uno dei parchi più grandi d'Europa.

 

 

 

 

 

Al termine tutti sono rientrati non senza manifestare soddisfazione per la bella giornata trascorsa.

 

 

 

 L'APISTOM-Torino vuole ringraziare BBraun, Coloplast, Convatec, Dansac, Hollister e Oxthon per aver contribuito nella riuscita dell'evento ed un ringraziamento speciale a tutto lo staff della Rubbianetta e al sig. Rino Bellu.

 

 

 

LETTERA DEL PRESIDENTE

 

 

UN’ IDEA, UN’ ORGANIZZAZIONE, UNA  REALIZZAZIONE

Durante il Consiglio Direttivo di fine primavera, il vicepresidente dott. R. Aloesio, propose un Convegno rivolto ai portatori di stomia ed agli operatori sanitari, presso La Rubbianetta di Druento (Scuderie reali del Parco La Mandria). Il Presidente ed i membri del Consiglio approvano e così, con l’impegno e con il sostegno di Aziende produttrici di dispositivi medici per stomia, si lavora per organizzare il Convegno CONVIVERE con la STOMIA. Il lavoro organizzativo ha impegnato tutti i membri del Direttivo ed i Volontari ed è stato tutt’altro che semplice, ma più si avvicinava la data più si risolvevano i problemi che sono insorti sin dall’inizio. Così, sabato 1° ottobre Associati, Volontari, Presidenti di Associazioni provinciali, amici e simpatizzanti raggiungono in autobus o con mezzi privati, La Rubbianetta di Druento.  

 Dopo il saluto del Presidente, i presenti assistono al Convegno seguendo con attiva partecipazione le relazioni di G. Gatti, del dr. R. Aloesio e delle stomaterapiste L. Falco, M. Friio ed E. Laganà.   Il pranzo, presso il Lounge Bar La Rubbianetta, è l’occasione per degustare prodotti eccellenti.  Nel pomeriggio la visita alla struttura della Rubbianetta e il Tour del Parco inTrenino offrono ore di rilassante contatto con l’affascinante ambiente naturale.

Grazie  a  TUTTI !                                                    

                                                                             IL  PRESIDENTE GIANNI BRUNETTO

 

 

 

 

                                                                 

 

I medicina sono costosi, è per questo che molte persone non possono ottenere i farmaci di cui hanno bisogno. Ci sono problemi diversi come la schizofrenia che non hanno alcuna cura. Il fatto che la maggior parte famoso è Kamagra. Un sacco di persone pensare "zitromax azitromicina". Potreste aver sentito parlare "". Le domande, come "", si riferiscono a diversi tipi di problemi di salute. Al giorno d'oggi, per un sacco di ragazzi, portando la questione in primo luogo è il passo più difficile. Tale farmaco può essere utilizzato anche per scopi non menzionati nella guida di base di farmaci. Nonostante il fatto che questo farmaco non è per uso nelle donne, Kamagra, non dovrebbe essere dannoso per il feto.

APISTOM BIELLA

 

 APISTOM Biella

SEDE LEGALE:   Via Coppa, 47

                        13900 Biella

SEDE OPERATIVA:  Ospedale degli Infermi

                        Via Ponderanesi, 2

                        13900  Biella

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cod.Fisc.: 90067370024

 

 

  LO STATUTO DELL'APISTOM BIELLA

 

   Consiglio Direttivo

Presidente: Carmine Damiano

Vicepresidente: Giovanni M. Pasquè

Segretario: Gabriella Pacella

Consiglieri: Arianna Bellan, Manuela Borri, Monica Cavina, Cinzia Conghetto, Valentina Derossi, Fiorina Nania, Anna Maria Pettinari

Tesoriere: Miranda Miotto

   
   

I farmaci sono costosi, è per questo che molte persone non possono ottenere i medicina di cui hanno bisogno. Ci sono problemi dall'altra come la schizofrenia che non hanno alcuna cura. Il fatto che la maggior parte famoso è Kamagra. Un sacco di persone pensare "zitromax azitromicina". Potreste aver sentito parlare "". Le domande, come "", si riferiscono a dall'altra tipi di problemi di salute. Al giorno d'oggi, per un sacco di ragazzi, portando la questione in primo luogo è il passo più difficile. Tale droga può essere utilizzato anche per scopi non menzionati nella guida di base di medicina. Nonostante il fatto che questo farmaco non è per uso nelle donne, Kamagra, non dovrebbe essere dannoso per il feto.

STOMIE2

LE STOMIE

 

Con il termine stomia (dal greco “stomos”  = apertura) si identifica l’abboccamento di un viscere cavo alla cute per ottenere una comunicazione con l’ambiente esterno dal quale permettere l’eliminazione degli effluenti quando le naturali aperture anatomiche non sono più utilizzabili.

            Si possono, quindi, confezionare stomie delle vie respiratorie (tracheostomie), del tratto digestivo (esofago-, gastro-, duodeno-, digiuno-, ileo-, colon-stomie) e delle vie urinarie (nefro-, pielo-, uretero-,cisto-stomie).

            In questa sede ci occuperemo delle enterostomie e più precisamente delle ileo- e colon-stomie che sono quelle confezionate più frequentemente.

1.       CLASSIFICAZIONE

            Le enterostomie prevedono il loro confezionamento per due motivazioni distinte:

  • Derivare il materiale enterico affinché non percorra il tratto intestinale a valle della stomia (per esempio a protezione di anastomosi intestinali);
  • Evacuare il materiale enterico perché il tratto intestinale a valle è stato rimosso.

 

In base al loro confezionamento possono essere distinte in:

  • Enterostomie laterali, quando l’orifizio verso l’ambiente esterno è praticato sulla parete laterale del tubo digerente;
  • Enterostomie terminali, quando il tubo enterico è tagliato ed il moncone terminale è posto in diretto rapporto con la cute.

 

In base alla loro durata possono, infine, essere:

  • Temporanee
  • Definitive

2.       INDICAZIONI ALLE ENTEROSTOMIE TEMPORANEE

Le patologie intestinali che richiedono un intervento che può sfociare nel confezionamento di una stomia temporanea sono essenzialmente quelle neoplastiche e quelle infiammatorie.

L’occlusione intestinale può derivare dalla presenza di una neoplasia stenosante o di uno pseudotumore infiammatorio da diverticolite o da flogosi cronica quale rettocolite ulcerosa o morbo di Crohn; in questi casi, quando le condizioni del paziente lo permettono, è indicata l’asportazione del segmento colpito con anastomosi diretta dei monconi di resezione. Talora i monconi anastomizzati presentano caratteristiche parietali che possono mettere in dubbio il chirurgo circa l’effettiva tenuta dell’anastomosi stessa durante le prime fasi di cicatrizzazione per cui si preferisce confezionare una stomia derivativa. Questa determina l’esclusione del passaggio di materiale enterico sull’anastomosi stessa. In questi casi, a seconda del tratto intestinale resecato, è possibile confezionare una ileostomia laterale (loop ileostomy) o una colostomia laterale (trasversostomia o sigmoidostomia).

 Se le condizioni del paziente sono tali da indurre il chirurgo ad effettuare un intervento rapido ma risolutivo del quadro clinico, è possibile confezionare esclusivamente la stomia laterale (ileo- o colo-stomia) senza resecare il tratto colpito; questo intervento permette la risoluzione del quadro occlusivo ed un tempo anestesiologico estremamente breve (talora è possibile confezionare la stomia in anestesia locale). L’intervento definitivo sarà, quindi, effettuato quando le condizioni generali del paziente lo permetteranno.

Quando l’occlusione è determinata da un processo neoplastico o flogistico coinvolgente il tratto distale del sigma o il retto, e non è possibile eseguire una resezione con anastomosi diretta, si può eseguire l’intervento di Hartmann che consiste nella resezione del tratto interessato dalla patologia, con chiusura ed affondamento nella pelvi del moncone rettale, e confezionamento di una sigmoidostomia terminale temporanea.

            Anche quando ci si trova dinnanzi ad un quadro peritonitico perforativo (neoplastico e infiammatorio) il comportamento del chirurgo è simile e, a seconda del tratto intestinale perforato, è possibile confezionare una loop ileostomy, una colostomia laterale o eseguire un intervento di Hartmann.

3.       INDICAZIONI ALLE ENTEROSTOMIE DEFINITIVE

Le enterostomie definitive sono confezionate ogniqualvolta il tratto intestinale a valle è asportato completamente e non è più possibile ricostruire la continuità del tubo digerente.

Le stomie definitive sono tutte terminali, cioè, il moncone intestinali è tagliato completamente e abboccato alla cute per permettere l’evacuazione del materiale enterico.

Le ileostomie terminali definitive sono confezionate dopo una proctocolectomia totale con asportazione dell’apparato sfinterico, come si verifica in gravi casi di rettocolite ulcerosa con distruzione totale del colon, del retto e dell’ano; talvolta un quadro simile è riscontrabile anche in corso di morbo di Crohn con fistolizzazioni multiple sia tra il colon e altri visceri cavi (ileo, colon, vescica, ecc.) sia perianali.

Ad oggi tali stomie sono sempre più rare poiché l’ano e l’apparato sfinterico sono spesso suscettibili di trattamento medico ed è possibile eseguire un’anastomosi ileo-anale con “pouch” (tasca neorettale) ileale.

Le colostomie definitive terminali sono generalmente confezionate con il colon sigmoideo in seguito all’asportazione del retto e dell’ano per neoplasie anali o neoplasie rettali con infiltrazione degli sfinteri.

4.       TECNICHE DI CONFEZIONAMENTO

Le tecniche di confezionamento delle enterostomie sono ormai standardizzate.

4.1       Ileostomie laterali

La tecnica di confezionamento della ileostomia laterale attualmente corrisponde alla cosiddetta “loop ileostomy”.

Si pratica una breccia sulla parete addominale, dalla quale è fatta fuoriuscire l’ansa ileale considerata sede ideale per il confezionamento della stomia; si pratica una incisione trasversale sul versante dell’ansa efferente e si estroflette la parete ileale suturandola alla cute; è bene porre alcuni punti di sutura anche tra la parete dell’ansa efferente e la cute per evitare infossamenti della stomia.

In questo modo l’ansa afferente (quella dal quale arriva il materiale enterico) è estroflessa e il materiale può scaricarsi direttamente nella sacca di raccolta, mentre l’ansa efferente (quella che prosegue con il tratto intestinale a valle) è totalmente escluso dal transito.

4.2       Ileostomie terminali

L’ileostomia terminale è confezionata secondo la tecnica ormai consolidata di Brooke.

            Si pratica la breccia della parete addominale in fossa iliaca destra e si esteriorizza il moncone ileale per 5-6 cm. dal piano cutaneo; si fanno passare, quindi, alcuni punti tra la cute, la sierosa ileale a livello del piano cutaneo e il bordo del moncone intestinale, onde favorire e mantenere l’eversione della parete; ottenuta tale eversione la stomia sporge di 2-3 cm. e si completa la sutura muco cutanea.

4.3       Colostomie laterali

Le colostomie laterali possono essere confezionate sul colon trasverso, a destra o a sinistra della linea mediana, oppure sul colon sigmoideo, cioè in quei tratti di colon che non sono aderenti al al peritoneo parietale e che presentano un meso che ne permette l’esteriorizzazione.

E’ importante conoscere bene quali sono le aree addominali nelle quali è possibile confezionare correttamente una stomia ma, soprattutto, è fondamentale conoscere bene i siti dove NON si deve confezionare una colostomia; la posizione durante l’atto operatorio è sempre modificata dopo la chiusura della parete addominale.

Le stomie sul trasverso possono essere confezionate ai lati della linea mediana badando bene che non si trovino a distanza ravvicinata con l’ultimo arco costale, sul quale possono successivamente decubitare.

Le stomie confezionate in fossa iliaca devono aver sede a metà della linea che congiunge la la spina iliaca anterosuperiore con l’ombelico, facendo attenzione che non siano troppo vicine all’ala iliaca.

 

Si esteriorizza l’ansa colica attraverso l’orifizio parietale che deve essere di dimensioni proporzionate (devono agevolmente passare due dita del chirurgo) e al di sotto dell’ansa può essere posizionata una “bacchetta” che ne impedisce l’affossamento; si pratica quindi l’apertura della parete colica.

Talvolta è possibile fissare con alcuni punti di sutura le due anse coliche, afferente ed efferente, al di sotto della “bacchetta” per migliorarne la stabilità.

4.4       Colostomie terminali

Per le colostomie terminali definitive è ancora più importante conoscere la posizione esatta di confezionamento in quanto il paziente sarà legato indissolubilmente alla propria stomia ed un malposizionamento può creare serie difficoltà di gestione. E’ per tale ragione che il chirurgo, oltre a basarsi sulle regole già descritte, deve seguire le indicazioni poste dallo stomaterapista che deve studiare accuratamente sia la corporatura del paziente che le sue abitudini.

Le colostomie terminali sono generalmente confezionate in fossa iliaca sinistra ove si pratica una breccia cutanea circolare; si incide successivamente a croce la fascia del muscolo retto e si divaricano le fibre muscolari in modo da consentire il passaggio di due dita.

Prima dell’esteriorizzazione il moncone colico è fatto passare per alcuni centimetri al di fuori del peritoneo parietale in modo da creare una leggera curvatura del viscere per impedirne il successivo prolasso; tale curvatura deve essere modesta per evitare che si formi un’angolatura che può impedire successivamente la possibilità di effettuare le irrigazioni.

Si esteriorizza quindi il moncone intestinale, si estroflette la parete colica e si pratica la sutura mucocutanea; è possibile eseguire tale sutura coinvolgendo la parete intestinale nel punto di affioramento al piano cutaneo per favorire l’estroflessione (come nell’ileostomia).

4.5       Ciecostomie

Le ciecostomie sono eseguite sempre più raramente a causa del loro scarso potere derivativo; in genere si confezionano in pazienti defedati che necessitano di una derivazione urgente in tempi anestesiologici ristretti o addirittura in anestesia locale.

Si apre il cavo addominale con una piccola incisione in fossa iliaca destra e si reperta il cieco; si confeziona una sutura a “borsa di tabacco” sulla parete ciecale e si pratica un’apertura nel mezzo della sutura attraverso la quale si posiziona una sonda di Petzer; si stringe la “borsa di tabacco” e si sutura la parete del cieco alla parete addominale.

 

I farmaci sono costosi, è per questo che molte persone non possibile ottenere i farmaci di cui hanno bisogno. Ci sono problemi diversi come la schizofrenia che non hanno alcuna cura. Il fatto che la maggior parte famoso è Kamagra. Un sacco di persone pensare "zitromax azitromicina". Potreste aver sentito parlare "". Le domande, come "", si riferiscono a diversi tipi di problemi di benessere. Al giorno d'oggi, per un sacco di ragazzi, portando la questione in primo luogo è il passo più difficile. Tale droga può essere utilizzato anche per scopi non menzionati nella guida di base di farmaci. Nonostante il fatto che questo droga non è per uso nelle donne, Kamagra, non dovrebbe essere dannoso per il feto.

Informativa estesa sui Cookie

I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell’erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle finalità di installazione dei Cookie potrebbero, inoltre, necessitare del consenso dell'Utente.

Cookie tecnici e di statistica aggregata
Attività strettamente necessarie al funzionamento
Questo sito utilizza Cookie per salvare la sessione dell'utente e per svolgere altre attività strettamente necessarie al funzionamento dello stesso, ad esempio in relazione alla distribuzione del traffico.

Attività di salvataggio delle preferenze, ottimizzazione e statistica
Questo sito utilizza Cookie per salvare le preferenze di navigazione ed ottimizzare l'esperienza di navigazione dell'Utente. Fra questi Cookie rientrano, ad esempio, quelli per impostare la lingua e la valuta o per la gestione di statistiche da parte del titolare del sito.

 Come posso gestire i Cookie all'interno del mio browser?
In aggiunta a quanto indicato in questo documento, l'Utente può gestire le preferenze relative ai Cookie direttamente all'interno del proprio browser ed impedire – ad esempio – che terze parti possano installarne. Tramite le preferenze del browser è inoltre possibile eliminare i Cookie installati in passato, incluso il Cookie in cui venga eventualmente salvato il consenso all'installazione di Cookie da parte di questo sito. È importante notare che disabilitando tutti i Cookie, il funzionamento di questo sito potrebbe essere compromesso. Puoi trovare informazioni su come gestire i Cookie nel tuo browser ai seguenti indirizzi: Google Chrome, Mozilla Firefox, Apple Safari and Microsoft Windows Explorer.

Titolare del Trattamento dei Dati
Federazione APISTOM, con sede in Torino, via San Marino 10; in caso di esercizio dei diritti di cui all'art. 7, potranno essere inviate, senza formalità, le relative comunicazioni ad APISTOM, via San Marino 10 Torino, tel 011.3017735, Email  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Dal momento che l'installazione di Cookie e di altri sistemi di tracciamento operata da terze parti tramite i servizi utilizzati all'interno di questa Applicazione non può essere tecnicamente controllata dal Titolare, ogni riferimento specifico a Cookie e sistemi di tracciamento installati da terze parti è da considerarsi indicativo. Per ottenere informazioni complete, consulta la privacy policy degli eventuali servizi terzi elencati in questo documento.

Vista l'oggettiva complessità legata all'identificazione delle tecnologie basate sui Cookie ed alla loro integrazione molto stretta con il funzionamento del web, l'Utente è invitato a contattare il Titolare qualora volesse ricevere qualunque approfondimento relativo all'utilizzo dei Cookie stessi e ad eventuali utilizzi degli stessi – ad esempio ad opera di terzi – effettuati tramite questo sito.

**************************

Dati Personali (o Dati)
Costituisce dato personale qualunque informazione relativa a persona fisica, identificata o identificabile, anche indirettamente, mediante riferimento a qualsiasi altra informazione, ivi compreso un numero di identificazione personale.

Dati di Utilizzo
Sono i dati personali raccolti in maniera automatica dall’Applicazione (o dalle applicazioni di parti terze che la stessa utilizza), tra i quali: gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dall’Utente che si connette all’Applicazione, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier), l’orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta dal server (buon fine, errore, ecc.) il Paese di provenienza, le caratteristiche del browser e del sistema operativo utilizzati dal visitatore, le varie connotazioni temporali della visita (ad esempio il tempo di permanenza su ciascuna pagina) e i dettagli relativi all’itinerario seguito all’interno dell’Applicazione, con particolare riferimento alla sequenza delle pagine consultate, ai parametri relativi al sistema operativo e all’ambiente informatico dell’Utente.

Utente
L'individuo che utilizza questa Applicazione, che deve coincidere con l'Interessato o essere da questo autorizzato ed i cui Dati Personali sono oggetto del trattamento.

Interessato
La persona fisica o giuridica cui si riferiscono i Dati Personali.

Responsabile del Trattamento (o Responsabile)
La persona fisica, giuridica, la pubblica amministrazione e qualsiasi altro ente, associazione od organismo preposti dal Titolare al trattamento dei Dati Personali, secondo quanto predisposto dalla presente privacy policy.

Titolare del Trattamento (o Titolare)
La persona fisica, giuridica, la pubblica amministrazione e qualsiasi altro ente, associazione od organismo cui competono, anche unitamente ad altro titolare, le decisioni in ordine alle finalità, alle modalità del trattamento di dati personali ed agli strumenti utilizzati, ivi compreso il profilo della sicurezza, in relazione al funzionamento e alla fruizione di questa Applicazione. Il Titolare del Trattamento, salvo quanto diversamente specificato, è il proprietario di questa Applicazione.

Questa Applicazione
Lo strumento hardware o software mediante il quale sono raccolti i Dati Personali degli Utenti.

Cookie
Piccola porzione di dati conservata all'interno del dispositivo dell'Utente.

Riferimenti legali
Avviso agli Utenti europei: la presente informativa privacy è redatta in adempimento degli obblighi previsti dall’Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonché a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Questa informativa privacy riguarda esclusivamente questa Applicazione.

I farmaci sono costosi, è per questo che molte persone non possono ottenere i farmaci di cui hanno bisogno. Ci sono problemi diversi come la schizofrenia che non hanno alcuna cura. Il fatto che la maggior parte famoso è Kamagra. Un sacco di persone pensare "zitromax azitromicina". Potreste aver sentito parlare "". Le domande, come "", si riferiscono a diversi tipi di problemi di salute. Al giorno d'oggi, per un sacco di ragazzi, portando la questione in primo luogo è il passo più difficile. Tale farmaco può essere utilizzato anche per scopi non menzionati nella guida di base di medicina. Nonostante il fatto che questo farmaco non è per uso nelle donne, Kamagra, non dovrebbe essere dannoso per il feto.

NEWSLETTER_FAIS

La FAIS Onlus invia mensilmente la newsletter nella quale inserisce le notizie provenienti sia dalla sede centrale sia dalla Associazioni Regionali aderenti.

Il Consiglio Direttivo della Federazione APISTOM ha deciso di inserire queste newsletter all'interno del proprio sito affinché tutti gli utenti fossero a conoscenza delle ultime notizie della FAIS

Iniziamo quindi ad inserire quelle relative all'anno in corso sperando di soddisfare in tal modo tutti i nostri visitatori.

 

 

 

Newsletters 2016 

       
       
 Numero 1   Numero 2    

 

Newsletters  2015 

       
       
  Gennaio   Febbraio-Marzo   Aprile   Maggio-Giugno

 

 Newsletters  2014

Dicembre Novembre Ottobre Settembre
Agosto Luglio Giugno Maggio
Aprile Marzo Febbraio Gennaio

 

 Newsletters  2013

Dicembre Novembre Ottobre Settembre
Luglio Giugno Maggio Aprile
Marzo Febbraio    

 

 

 

 

 

 

I farmaci sono costosi, è per questo che molte persone non possono ottenere i farmaci di cui hanno bisogno. Ci sono problemi diversi come la schizofrenia che non hanno alcuna cura. Il fatto che la maggior parte famoso è Kamagra. Un sacco di persone pensare "zitromax azitromicina". Potreste aver sentito parlare "". Le domande, come "", si riferiscono a diversi tipi di problemi di salute. Al giorno d'oggi, per un sacco di ragazzi, portando la questione in primo luogo è il passo più difficile. Tale farmaco può essere utilizzato anche per scopi non menzionati nella guida di base di farmaci. Nonostante il fatto che questo farmaco non è per uso nelle donne, Kamagra, non dovrebbe essere dannoso per il feto.

Joomla templates by a4joomla