Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

NEWS

   
  Notizie dalla Federazione APISTOM  

 

Stomaterapia. Ecco come sono state risolti i disagi seguiti all’introduzione della ricetta dematerializzata

Gli infermieri stomaterapisti piemontesi e il Coordinamento regionale degli Ordini delle professioni infermieristiche del Piemonte avevano iniziato un percorso, sin dallo scorso anno, che ora giunge a conclusione al fine di valorizzare le prestazioni ambulatoriali da parte della Regione. Gli stomaterapisti del Piemonte, in seguito all’introduzione della ricetta dematerializzata, avevano rilelato il disagio dei pazienti dovuto all’impossibilità, da parte dei medici curanti, di individuare nel nomenclatore tariffario della Regione i codici per le prestazioni stomaterapiche ambulatoriali.

Questo comportava per i pazienti un forte disagio, gli utenti erano infatti costretti a recarsi più volte dal medico per regolarizzare la medesima prestazione. Non basta: risultava anche impossibile rintracciare corretti codici che identificassero le prestazioni che gli infermieri, da tempo, compiono in perfetta autonomia professionale, negli ambulatori delle Asl piemontesi. E l’uso di qualsiasi altro codice, essendo medico, avrebbe costituito costituisse di per sé naturalmente un fatto illecito.

A marzo 2017 si è formato così un gruppo di lavoro di infermieri stomaterapisti che svolgono la loro attività nelle strutture sanitarie del Piemonte con un primo obiettivo, quello di formulare delle  proposte da avanzare all’Assessore della Sanità Regione Piemonte. Il loro lavoro si è svolto in collaborazione con una rappresentanza delle Associazioni regionali e provinciali dei pazienti stomizzati (Apistom), dell’Associazione tecnico scientifica di Stomaterapia e Riabilitazione del Pavimento Pelvico (Aioss), della Federazione Associazioni Incontinenti e Stomizzati (Fais) e del Coordinamento Regionale Piemontese dell’Ordine Professioni Infermieristiche (Opi).

Dopo un primo incontro con l’assessore a maggio 2017, dove sono state evidenziate le problematiche e l’assenza di prestazioni infermieristiche specifiche, è stato costituito un tavolo tecnico composto dai funzionari regionali e da una rappresentanza ristretta di tutte le parti proponenti (infermieri stomaterapisti, Aioss, Apistom, Fais e Opi) e del Coordinamento regionale, con l'obiettivo di valutare e ricercare le possibili soluzioni.

Il lavoro è proceduto dunque con una serie di incontri - tra ottobre 2017 e i primi mesi del 2018. Questi incontri hanno portato un primo risultato con l’inserimento nell’attuale nomenclatore regionale delle prime quattro prestazioni infermieristiche stomaterapiche: consulenza stomaterapica; counselling stomaterapico pre o postoperatorio; gestione conservativa delle complicanze stomali e irrigazione.

La Regione Piemonte ha dunque prima corretto e poi pubblicato a maggio scorso il nuovo nomenclatore tariffario per le prestazioni ambulatoriali, con quattro codici utilizzabili per le relative prestazioni infermieristiche: nove in tutto, con alcuni legati alla pubblicazione dei nuovi Lea da parte del Ministro della Salute, che saranno riportati solo con il prossimo nomenclatore tariffario nazionale.

Questo rappresenta per tutti gli infermieri e le associazioni che si sono spese in questo percorso, un passo fondamentale per l'affermazione dell'autonomia professionale nella nostra Regione. Per la prima volta la professione infermieristica vede valorizzata una serie di prestazioni, richieste dai medici curanti ed erogate in ambulatori dove la leadership, la responsabilità del processo decisionale e la responsabilità degli esiti è puramente infermieristica.

Tutto ciò è stato possibile grazie alle alleanze, che la professione ha saputo stipulare, con le altre professioni coinvolte e soprattutto con i cittadini fruitori del servizio, nel caso rappresentati dalle Associazioni coinvolte nel percorso. La loro fattiva partecipazione unita alla competenza degli operatori coinvolti è stata determinante nei confronti della Regione, che ha visto un gruppo coeso e determinato rappresentare le esigenze dei pazienti e dei professionisti.

AIOSS-APISTOM-FAIS-IPASVI-REGIONE PIEMONTE-CSI


In un clima sereno e disteso si è svolta oggi, 18 ottobre, la riunione che aveva come tema la codifica delle prestazioni sanitarie degli stomaterapisti. Tutti i partecipanti hanno lavorato attivamente per risolvere i problemi legati principalmente alla prossima introduzione del Nomenclatore Tariffario Nazionale delle Prestazioni Sanitarie.  
Al termine si è giunti ad un accordo che soddisfaceva le esigenze degli operatori, delle AASSLL e della Regione. Il prossimo step sarà la messa a punto delle codifiche e successivamente occorrerà attendere la tariffazione da parte degli organi centrali (Ministero della Salute). Non resta che augurarci che i tempi tecnici non siano troppo lunghi, ma l'impressione avuta è quella della massima collaborazione da parte di tutte le parti in causa.

 

APISTOM E REGIONE PIEMONTE

Oggi 10 ottobre l'APISTOM Torino, rappresentato dal Presidente G. Brunetto e dal Vicepresidente R. Aloesio, ha avuto un incontro con il dr. Loredano Giorni responsabile dell'Assistenza Farmaceutica, Integrativa e Protesica.
L'incontro ha avuto come tema l'erogazione dei dispositivi per stomia sul quale le parti sono giunte ad un accordo che da un lato consente la Regione Piemonte di acquistare tali dispositivi ad un prezzo concorrenziale e dall'altro consente di garantire a tutti gli stomizzati il diritto di libera scelta, come sancito dall'art. 1 comma 4 dell'allegato 11 del DPCM 12.01.2017.

 

 

Assemblea dei Delegati 2016

In data 9 aprile 2016 si è svolta a Torino l'assemblea dei delegati della Federazione APISTOM.

Sono stati approvati il bilancio consuntivo 2015 e il preventivo 2016, inoltre si è trattato l'argomento dei due progetti "psicologici", quello finanziato dalla Regione Piemonte, scaduto a dicembre 2015 e non più rinnovabile in quanto la Regione non ha più emanato bandi, e quello finanziato dalla Fondazione CRT che scadrà a Luglio 2016 e per il quale occorrerà richiedere un nuovo finanziamento.

Evento importante è stata la presentazione del nuovo Presidente di APISTOM-Cuneo che ha riaperto l'associazione della "provincia granda" già da un po' di tempo in stasi per mancanza di attività volontaristica. Altro importante evento è stata la presenza della delegazione della neoformata APISTOM-Biella la quale è stata ammessa nella Federazione. Era presente anche un socio di Novara che si sta adoperando per rimettere in sesto APISTOM-Novara attualmente ferma.

 

In data 11 aprile 2015 si è svolta l'assemblea dei delegati della Federazione APISTOM.

Oltre all'approvazione del bilancio consuntivo 2014 e preventivo 2015 è stato argomento di discussione l'organizzazione dei progetti sul sostegno psicologico dello stomizzato, finanziato dalla Fondazione CRT, e quello sull'educazione alimentare, finanziato dalla Regione Piemonte. 

Si è parlato, inoltre, dell'organizzazione alla partecipazione ai due eventi importanti organizzati dalla FAIS: il convegno sull'alimentazione FAIS EXPO DAYS del 27-28 giugno e la Giornata Mondiale dello Stomizzato del 10 ottobre 2015. Altro evento importante è la visita alla Sacra Sindone del 23 maggio 2015 organizzata da APISTOM Torino e aperta a tutti i soci piemontesi.

 

 

 

In data 29 marzo 2014 si è svolta l'assemblea dei delegati della Federazione APISTOM.

In tale occasione, dopo l'approvazione dei bilanci consuntivo 2013 e preventivo 2014, poiché era giunto a scadenza il consiglio direttivo, si è proceduto alle elezioni del nuovo CD.

Sono stati eletti:

- Presidente: Beppe Gatti (Asti)
- Vice presidente: Mauro Fornero (Torino)
- Segretario: Laura Goia (Torino)
- Tesoriere: Giovanni Brunetto (Torino)
- Sindaci: Presidente:  Roberto Aloesio (Torino)
                               - Cristina Guerci (Alessandria)
                               - Sardi (Asti)

 


  

In data 28 febbraio 2013 si è riunita l'assemblea dei soci della Federazione APISTOM. Erano presenti le delegazioni di Alessandria, Asti, Novara e Torino.  Oltre all'approvazione del bilancio consuntivo 2012 e di quello preventivo 2013, l'assemblea ha eletto i delegati APISTOM per la FAIS, Giuseppe Gatti e Laura Goia, ed i candidati piemontesi per il Consiglio Direttivo della FAIS, Roberto Aloesio e Giovanni Brunetto.

Si è, inoltre, discusso circa l'attuazione del progetto finanziato dalla Regione Piemonte "Sostegno Psicologico allo Stomizzato e ai suoi Familiari". Sono sorte problematiche per l'APISTOM Torino, legate alla tragica scomparsa dello Psicologo Giuseppe Tarenghi; sarà, quindi, necessaria la ricerca di un nuuovo Psicologo disponibile per l'attuazione del progetto.


 

La Regione Piemonte ha recentemente approvato il finanziamento del progetto, già iniziato nel 2012, "Supporto Psicologico allo Stomizzato e ai suoi Familiari".

Le Associazioni Provinciali si attiveranno, come nel 2012, per l'attuazione del progetto che l'anno scorso ha avuto dei buoni risultati sia come gradimento sia come partecipazione.

 

                                                          

I medicina sono costosi, è per questo che molte persone non possono ottenere i farmaci di cui hanno bisogno. Ci sono problemi diversi come la schizofrenia che non hanno alcuna cura. Il fatto che la maggior parte famoso è Kamagra. Un sacco di persone pensare "zitromax azitromicina". Potreste aver sentito parlare "". Le domande, come "", si riferiscono a diversi tipi di problemi di benessere. Al giorno d'oggi, per un sacco di ragazzi, portando la questione in primo luogo è il passo più difficile. Tale farmaco può essere utilizzato anche per scopi non menzionati nella guida di base di farmaci. Nonostante il fatto che questo farmaco non è per uso nelle donne, Kamagra, non dovrebbe essere dannoso per il feto.

Joomla templates by a4joomla